29 Settembre 2020
News

Agropoli:"La capolista se ne va....."

23-01-2012 12:58 - US Agropoli 1921
Angri. La capolista se ne va. Questa volta se ne va davvero e la fuga potrebbe essere quella decisiva. Con il più classico dei risultati,molto "British", i delfini regolano il Città di Angri, squadra modesta e volano in classifica. La vittoria mai è stata in discussione, l´Agropoli ha dominato in lungo ed in largo facendo pesare la sua superiorità e di certo la sua convinzione nei propri mezzi.Nonostante una netta rivoluzione operata da Tudisco con una formazione nuova,inedita, frutto anche di scelte cervellotiche, l´Agropoli merita di vincere portando a casa questa volta un successo che ha moltissimi valori. E finalmente la squadra si sblocca anche con una cosiddetta piccola: sui campi di squadre modeste in questo campionato,la "Cerruti band" spesso era tornata con pareggi e sconfitte, questa volta però le cose sono andate diversamente. Priva di Margiotta squalificato in attacco, ad affiancare il bomber Di Giacomo è stato schierato Procida: a dire il vero era stato appiedato dal giudice sportivo anche Landolfi,ma questo calciatore sicuramente il più forte della categoria insieme a Letizia del Montecorvino, l´anno scorso capocannoniere della Battipagliese in serie D, nonostante il suo ruolo di esterno, è stato ormai messo ai margini della squadra titolare dal tecnico Tudisco:tuttavia, fa specie che questo calciatore sia sistematicamente escluso dall´allenatore.
La partita-
Pronti via e Agata serve Sileno il quale trova Di Giacomo(8^)pronto a ribadire in rete.
La replica dei padroni di casa è repentina ma Belcore sbaglia il goal. L´ex Falcone a centrocampo imbastisce le azioni per l´Angri ma l´Agropoli è costantemente sul pezzo, non perde mai la concentrazione e riparte con grande autorevolezza sbagliando sovente sotto misura, dove i delfini mostrano di arrivare con estrema disinvoltura. Di Giacomo chiude però subito in conti al 35′, quando inventa un goal straordinario e manda gli ospiti in visibilio. Nella ripresa l´Agropoli fa accademia, i delfini sono sempre in possesso di palla e Tudisco toglie Sileno e butta ancora nella mischia Formidabile che dal canto suo se la cava nel migliore dei modi, dimostrando di volere recuperare in fretta la condizione. Determinazione e grinta sono le armi dell´Agropoli ma anche voglia di vincere. I cilentani vanno più volte vicinissimi al terzo goal e lo sbagliano di poco,i locali non impensieriscono quasi mai Muro e i centrali difensivi più forti del campionato: Mollo e Abate controllano nel migliore dei modi. Poi l´orecchio al telefonino e da Cava arriva la notizia del pareggio la classifica, che manda i delfini in paradiso: l´Agropoli vede la serie D, la città è però assente ma sabato arriva I due Principati, gara in cui dovra´ esser presente il grande pubblico anche per preparare la finale di Coppa Italia il mercoledì successivo. Ad horas manca all´appello qualche tifoso che con una squadra al primo posto e un piede in serie D, nonche´ in finale di Coppa Italia, non possono più disertare il Guariglia:è un´assenza ingiustificata, dato che i giocatori e la società meritano l´applauso di tutta Agropoli per quanto stanno facendo.

Fonte: www.tgunit.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio