31 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

C´ERA UNA VOLTA....SALVATORE APADULA

11-10-2011 17:30 - News Generiche
Quante volte avrò cominciato a scriverlo di getto questo articolo e quante...altrettante volte...,tenendo pigiato il tasto "back" sulla tastiera del computer mi son ben guardato dall´ultimarlo. Tutto ciò perchè non vorrei mai poter accettare che qualche improvvido pensasse che il mio intento sia quello di poter speculare sul buon nome di una persona talmente amata come Salvatore Apadula. E´ vero, io non ho mai avuto nè il piacere nè la possibilità di conoscerlo questo "PICCOLO GRANDE" uomo...ma egli rivive ed è rivissuto più volte nel racconto che ne fa mio padre, persona legata a lui da viscerale amicizia. Per chi non lo sappia Salvatore Apadula, grosso intenditore e cultore di sport e di calcio nello specifico, è stato senza ombra di dubbio alcuno il più AMATO dirigente ed allenatore di squadre di calcio locali ed è ancora ricordato a Gromola come il Padre putativo della scuola calcio HERAYON. Affetto da una particolare forma di nanismo, Salvatore riusciva con il grande carisma di cui disponeva, a conquistare la stima ed il rispetto di tantissimi addetti ai lavori,oltre che a stringere consolidati rapporti di amicizia con direttori sportivi e dirigenti di squadre del calibro di Avellino,Napoli,Solofra e quant´altro. Ma la sua passione maggiore era quella di coltivare generazioni di ragazzini e avvicinarli al mondo del calcio in maniera totalizzante...ha sempre allestito squadre giovanili capaci di primeggiare sia sotto l´aspetto calcistico che sotto quello comportamentale....con il suo avvento ha riscosso prestigio, in tutta la regione e nel meridione d´Italia, la scuola calcio Herayon di Gromola. Spesso mio padre me lo rappresenta come una persona che, benchè non munita di un fisico imponente, riusciva a far valere le sue scelte perchè sempre supportate da una convinzione assoluta e da una determinazione inverosimile nel farsele avallare negli ambienti calcistici e negli entourage di qualsivoglia squadra. Riusciva a convincere dirigenti di squadre di serie a circa il valore potenziale di un suo giovanissimo ragazzo e a farlo visionare ed ,eventualmente, acquistare. Salvatore Apadula era l´aspetto felice ed educativo di un mondo, quello dello sport, che spesso perde di vista questi due presupposti fondamentali. E a me ha fatto piacere volare con il pensiero a ricordare chi tanto ha dato per una causa, il CALCIO, che ormai ha invaso ogni ambiente ed ogni spazio. In barba a chi crede che la professionalità la si costruisca esclusivamente con il rigore e con una sorta di gelo, freddezza o distacco nel rapporto giocatore-allenatore al fine di evitare fraintendimenti sulla distinzione di ruoli io voglio ricordare l´immagine di SALVATORE APADULA che mio padre mi esorta sempre a tener presente...quella di questo IMMENSO seppur piccolo Signore che fa l´ingresso in campo accompagnato da due fedeli ragazzini che gli stringono la mano. GRAZIE SALVATORE!!!

Fonte: Gaetano Fasolino

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio