19 Maggio 2019
[]

News
percorso: Home > News > News Generiche

COMMOVENTE LETTERA DI UNA PESTANA TIFOSISSIMA, ALLA SUA SALERNITANA...

11-04-2019 16:26 - News Generiche
Lettera aperta ai quotidiani salernitani e di provincia, da parte di una tifosa donna che ha la Salernitana nel cuore...
"Scrivo queste righe al solo scopo di farle arrivare a chi in questo momento storico, “gestisce” ,la squadra che io amo visceralmente da 30 anni a questa parte. Ho 40 anni e sono di Capaccio ,da sempre feudo storico di sua maestà Salernitana: non starò a raccontare la mia storia di tifosa, i sacrifici che ho sempre fatto per vedere i granata, in casa, in trasferta, alle amichevoli, ai triangolari, ai quadrangolari , a tutto ecc. Non conta la mia storia personale perché io sono solo un numero: Salerno e la sua provincia sono colme di storie come la mia , e magari più dense ancora di aneddoti, particolari, di amore vero. Ci sono 4 ragazzi, ora in cielo, che hanno perso la vita purtroppo per andare a vedere una partita della nostra squadra del cuore: questa è anche Salerno e l’amore per la squadra cittadina, amore anche a volte malato, eccessivo, ma l’amore è anche questo. La squadra dal colore granata intenso, e con il cavalluccio sullo sfondo: i nostri colori per l’appunto. Ecco che parto proprio da qui. Qualche anno fa arriva in città un buio personaggio noto del panorama calcistico italiano, già proprietario di una squadra di A : arriva accompagnato dal suo entourage dall’accento romano, arriva accompagnato da pezzi di politica locale , che in una effervescente e fumosa conferenza stampa, danno l’annuncio che la nostra Salernitana è stata acquistata da questa nuova proprietà. Viene mostrata la maglia e i colori sociali : maglia blugrana, sparito il granata. Buuuummb. Primo cazzotto in pancia per tutti noi. Il nostro stemma ? Svanito. Buuuumb. Secondo cazzotto in pancia.
Il resto poi è storia recente che tutti conosciamo: dalla serie D, arriviamo in B. Dopo svariate umiliazioni, parole fuori luogo, offese, sono tornati a fatica i nostri colori sociali, e il nostro simbolo: nel frattempo però il “mostro” ha svelato a tutti la sua natura. Una parte di noi tifosi aveva già capito con chi avevamo a che fare ….mentre c’è stato chi , gli è andato dietro , usando frasi mutuate dai dialoghi dei nostri sedicenti “padroni”. “ No ma ci ha portato in B, ci ha salvato dal fallimento , eravamo destinati all’eccellenza… “ e così via. Come se poi nella realtà il signor Claudio Lotito e su’ cognato fossero titolari di una Onlus o di una società no profit che fa beneficenza…lor signori sono arrivati a Salerno al solo scopo di far sostare e sverminare, i vari ragazzetti romani che non trovando spazio nella Lazio, vanno a farsi la gita a Salerno . “Ao annamo a Salerno quarche anno e poi vedemo che succede “. Io già me li sento …. Nella mia testa….loro con le cuffie nelle orecchie, nei bus che li portano all’Arechi, inconsapevoli sulla loro reale destinazione e magari anche annoiati dell’INCONVENIENTE SALERNO. EH. Peccato che il principe degli stadi avrebbe tante cose da raccontare a 4 ragazzetti annoiati o qualche mercenario attempato , che sfigurerebbe anche al torneo di beach soccer in spiaggia …. Avrebbe da raccontare quando le lacrime bruciavano al gol di Tosto… a quando Delio piangeva durante la partita del Venezia…. Per non pensare poi al catino del Vestuti …. Allo sguardo fiero e malinconico di Ago….. eh si il Vestuti..il Siberiano…emozioni che fanno vibrare il cuore di chi ama davvero la Salernitana. Ma sia chiaro : io non ce l’ho con loro, non serbo rancore verso chi ha indossato la NOSTRA MAGLIA durante questi 8 anni infernali : io non ricordo neanche i loro nomi … onestamente. Sono state solo comparse , di un film sbiadito, privo di emozioni, il più delle volte. Quando un bimbo è maleducato, voi ve la prendete con lui o con chi lo ha educato ? Per me la risposta è ovvia : se l’amore e la passione non dimorano in chi detiene lo scettro, chi viene a giocare qui può mai essere diverso? NO. Dico io. Quest’anno poi siamo arrivati credo all’apice della vergogna, della noncuranza, dell’orrido: e non parlo dei risultati sportivi, dei valori tecnici, degli allenatori presenti e passati . Questo è l’anno del nostro centenario. Anno importante. Come gli altri, ma più degli altri . Ad oggi , che io sappia, non sono previste magliette celebrative, eventi celebrativi: niente di niente. La nostra storia trattata alla stregua della storia della squadretta dell’oratorio di paese. Noi trattati come nullità da 3 dubbi personaggi , noi rappresentati in campo da chi non sta attualmente dimostrando attaccamento alla nostra Salernitana. Noi umiliati da squadre diventate corsare nella nostra casa , eventi prima molto rari.
Io davvero non ci sto più. Io davvero spero che questi estranei prendano la loro 24 ore e vadano via, nello spazio di una sera. Di una notte . Meritiamo molto di più. Siamo molto di più. La Salernitana è molto di più. E chi non lo ha capito, beh , problemi suoi. Ricominceremo dalle ceneri, come è sempre stato. Sempre forza SALERNITANA. una tifosa dalla provincia"


Fonte: redazione di paestuminrete

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio