18 Gennaio 2021

Capo di fiume - Vuccolo Maiorano 1-2. La cronaca.

29-01-2013 08:59 - Spartacus Paestum
CAPACCIO. Al "Tenente vaudano" i padroni di casa cercano disperatamente i 3 punti per invertire il trend negativo che li accompagna oramai da 3 turni ma trovano sulla loro strada un temibile Vuccolo Maiorano che ambisce sempre più ad essere la mina vagante di un campionato che, dopo 8 giornate, lo vede protagonista con altre 4 squadre al vertice e concentrate in pochi punti. Il nuovo mister Gaetano Pecora vara un 4-2-3-1 atipico con due mediani "diga" a coprire un centrocampo offensivo che supporta l´unica punta di peso Cupolo, rieditato in un ruolo per lui tutt´altro che usuale. Nuovo modulo come detto ma cattive vecchie abitudini, dure a morire e che si palesano presto; già al 12´ il Vuccolo infatti passa: l´azione parte dall´angolo, colpo di testa di un attaccante, timida risposta di Balzano che non riesce a deviare in maniera decisa la traiettoria della sfera diretta in rete, fortuna vuole che ci sia un difensore capofiumese che sventa proprio sulla linea ma è sciagurato nel rinvio perché la palla finisce sui piedi del numero 9 Rizzo che, da pochi passi, insacca indisturbato. Come di consueto il Capo di fiume subisce il colpo e attacca a testa bassa. Al 16´ l´azione interessante che porta allo smarcamento, grazie ad un pallonetto effettuato di testa, di Nigro che tira a botta sicura ma la palla viene deviata in corner. Più nitida l´occasione capitata 10 minuti più tardi a Giannatiempo che a tu per tu con l´estremo difensore cerca di saltarlo in velocità, il risultato però è quello di allungarsi troppo, perdendo così l´istante giusto per colpire e spegnendo la ghiotta opportunità sul fondo. Il raddoppio del Vuccolo arriva allo scadere con Rizzo che svaria per tutta la seconda metà del campo, si beve la difesa capofiumese e scarica su Mauriello che, senza alcun pressing, non sbaglia la facile conclusione.
Nella ripresa un sussulto arriva con la traversa di Giannatiempo al minuto 11. Ti aspetti che la reazione veemente di una squadra che deve recuperare il gap di due segnature continui, ma il Capo di fiume non ne ha già più e il Vuccolo fa scivolare la partita senza alcun intoppo fino al 37´ quando i padroni di casa reclamano un rigore solare su Giannatiempo che, pescato solo in area, viene stoppato in malo modo dall´uscita travolgente del portiere. L´arbitro non concede nulla. Gli ultimi due assalti vengono portati da Gnazzo al 44´, che spreca da pochi passi, e nel recupero quando trova il gol che accorcia le distanze concludendo con un pallonetto appena dentro l´area, grazie anche all´uscita a vuoto del numero uno ospite il quale non arriva a deviare un cross di Giannatiempo. Troppo tardi per un eventuale recupero del Capo di fiume che rimane mestamente relegato ai bassifondi di una classifica che definire deficitaria è un eufemismo (4 punti dopo 9 gare). Il Vuccolo Maiorano, tutto sommato ha avuto il merito di passare subito e di controllare lo svolgimento del match senza particolari patemi d´animo.

Capo di fiume - Vuccolo M. 1-2 (12´ Rizzo, 45´ Mauriello, 47´ s.t. Gnazzo)

FORMAZIONE INIZIALE CAPO DI FIUME (4-2-3-1): Balzano; Galardi, Taddeo, Pierno, Desiderio; Gnazzo, Minella; Di leone, Giannatiempo, Nigro; Cupolo.
All. Pecora.

Stefano D´Amore.


REDAZIONE

Fonte: REDAZIONE

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio