31 Marzo 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Comune di Capaccio Paestum: Processionaria del Pino,
emanata Ordinanza sindacale

13-02-2020 20:17 - News Generiche
Il nome scientifico è ‘Thaumetopoea_pityocampa’, ma è meglio conosciuto come Processionaria del pino. Si tratta di una farfalla le cui larve si sviluppano su conifere, pini in particolare, arrecando danni alle piante, causando a persone e animali a sangue caldo reazioni epidermiche e allergiche. La possibilità che sul territorio comunale possa essere riscontrata la presenza della Processionaria del pino, ha suggerito al Comune di Capaccio Paestum l’opportunità di emanare un’Ordinanza sindacale e un Avviso alla Cittadinanza. Quest’ultimo atto, fra l’altro, dispone che tutti i proprietari, possessori o detentori di aree verdi e boschive, così come gli amministratori di condominio, che abbiano in gestione aree verdi private sul territorio comunale, debbano effettuare tutte le opportune verifiche ed ispezioni sugli alberi a dimora nelle loro proprietà, al fine di accertare la presenza dei nidi della Processionaria del Pino.



Di seguito, il testo dell’Avviso alla Cittadinanza







AVVISO ALLA CITTADINANZA



VISTA l'Ordinanza Sindacale n. 13 del 11 febbraio 2020;



VISTO il D.M. del 30.10.2007: “Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la processionaria del pino”;

VISTO il D.M. per le Politiche agricole del 17 aprile 1998 (Gazzetta Ufficiale 1 giugno 1998, n.125) Disposizioni sulla lotta obbligatoria contro la processionaria del pino (Traumatocampa pityocampa);



DATO ATTO

che sul territorio comunale potrebbe essere riscontrata la presenza di “Processionaria del pino” (Traumatocampa Pityocampa)



CONSIDERATO CHE

tale insetto lepidottero oltre ad essere fitofago (defogliatore) è anche potenzialmente pericoloso sia per l’uomo che per gli animali domestici, in quanto, disperdendo in aria i propri peli fortemente irritanti può dare origine a reazioni epidermiche, allergiche ed infiammatorie anche consistenti



SI DISPONE

A tutti i proprietari/possessori/detentori di aree verdi e boschive, agli amministratori di condominio, che abbiano in gestione aree verdi private sul territorio comunale, di effettuare, tutte le opportune verifiche e ispezioni sugli alberi a dimora nelle loro proprietà, al fine di accertare la presenza dei nidi della Processionaria del Pino (Traumatocampa pityocampa);

Dette verifiche dovranno essere effettuate con attenzione sulle specie degli alberi soggetti all’attacco degli infestanti: tutte le specie di pino, in particolare il pino nero (Pinus nigra), il pino silvestre (Pinus silvestris), il pino marittimo (Pinus pinaster) e varie specie di cedro (Cedrus spp)

Nel caso si riscontrasse la presenza di nidi di Processionaria di provvedere immediatamente, con le dovute precauzioni da parte dell’operatore (uso di maschera, occhiali e guanti) alla loro asportazione mediante taglio dei rami infestati con nidi di processionaria ed alla successiva distruzione con fuoco in aree sicure.



È FATTO ASSOLUTO DIVIETO DI

Depositare rami con nidi di Processionaria nelle varie frazioni di rifiuti a circuito comunale;

Depositarli e abbandonarli in aree private e su suolo pubblico;

Conferire il materiale vegetale interessato dalla presenza dei nidi della Processionaria del pino al Centro di Raccolta Comunale dei rifiuti urbani;

Sparare ai nidi di Processionaria in quanto tale procedura oltre ad essere inutile è anche pericolosa.



PRECAUZIONI DA ADOTTARE, TECNICHE E STRUMENTI DI LOTTA

Non toccare a mani nude i nidi, le larve e la corteccia di alberi, arbusti o rami infestati;

Non avvicinarsi alle piante che presentano nidi di Processionaria e alle larve in processione sul terreno o sui tronchi;

Evitare di sostare sotto pini o altre conifere;

Non effettuare lavori che possano diffondere nell’aria i peli urticanti, ad esempio rastrellamento delle foglie o sfalcio dell’erba;

Nel caso si rendesse necessario asportare i nidi, proteggersi adeguatamente con tuta, guanti, occhiali e maschera. I nidi asportati devono essere raccolti e bruciati;

Tenere i cani al guinzaglio e lontani dalle conifere;

In caso di contatto fare tempestivamente una doccia e lavare gli indumenti a temperatura elevata. Se il contatto è avvenuto con le mucose, sciacquare subito le parti contaminate con acqua e bicarbonato (anche nel caso di cani, cavalli o altri animali);

In caso di irritazione congiuntivale, di irritazione delle vie aeree o crisi asmatiche rivolgersi immediatamente al medico (o al veterinario).

Non avvicinarsi alle piante che presentano nidi di Processionaria e alle larve in processione sul terreno o sui tronchi.


Fonte: Comunicato Stampa

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio