07 Dicembre 2019
[]

News
percorso: Home > News > News Generiche

TERREMOTO, LA DRAMMATICA TESTIMONIANZA DEL NOSTRO CONCITTADINO ING. FRAIESE CHE LAVORA IN ALBANIA...

26-11-2019 21:25 - News Generiche
Terremoto in Albania, ecco la drammatica testimonianza di un nostro compaesano di Capaccio Paestum, che lavora lì, l'ingegnere Domenico Fraiese "Questo è un giorno che non potrò dimenticare per tutta la vita. Ore 3.54 il finimondo, sono saltato giù dal letto e subito realizzo che c'è un terremoto in corso, mi ero già preparato visto lo scorso terremoto di settembre, scappo sotto la piattabanda di una porta chiudo gli occhi vado in apnea e spero finisca presto, non finisce mai, 20.. 30 secondi interminabili, le urla, i quadri che cascano, vetri che si frantuma o, intonaco che si stacca dalle pareti... È finito, mi infilo un pantalone, una maglia che poi mi accorgo essere alla rovescia, le scarpe e via giù per le scale. Otto piani sono tanti, per le scale gente che corre e urla dalla paura, una signora in difficoltà con la valigia che gli afferrò durante la corsa e le porto giù. Arrivato in strada realizzo e iniziano a tremare le gambe, chiedo ai colleghi se stanno tutti bene, sembra di sì un gran sollievo, poi chiamo l'amico Gaetano che subito si precipita e con la moglie viene a prendermi con l'auto, facciamo un giro e li la prima risata, nel scendere di casa si porta il sacchetto dell' immondizia. Ore 6 dopo un caffè torniamo a casa sperando sia finita, salgo giusto per darmi una sistemata ma ore 6.08 la terra trema di nuovo, questa volta trema meno ma sono già scosso e la paura è superiore, giù per le scale all'impazzata. Mi fermo in un bar e poi in ufficio a controllare che non ci siano danni, tutto bene. Iniziano ad arrivare i colleghi e mettiamola così nessuno sembra felice, entriamo in ufficio e la tensione è troppa non si può lavorare, dopo qualche ora insieme decidiamo di andare via. Il telefono impazzisce centinaia di messaggi da amici italiani e albanesi, parenti... Rispondo a tutti perché se mi stanno scrivendo vuol dire che hanno pensato a me e non posso che ringraziarli. La giornata passa un po' per strada un po' con gli amici in un bar, un po' al telefono e l'argomento è sempre lo stesso. Tutto il giorno si seguono gli aggiornamenti dalla vicina Durazzo dove la situazione è drammatica, fa male sentire certe notizie. Poi il presidente Rama annuncia che la tua Italia è la Grecia stanno inviando i primi aiuti e li sei orgoglioso e anche felice perché il popolo albanese è fantastico e lo è in particolar modo con noi italiani e quindi meritato tutto il nostro sostegno. E ora... Si dorme in macchina con gli amici che si sono preoccupati per me.
Storia di una giornata che vorrei non fosse mai iniziata."
Ingegnere Domenico Fraiese


Fonte: redazionedipaestuminrete

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio