SALERNO CALCIO, SUCCURSALE LAZIO.LOTITO, SALERNO MERITA RISPETTO.

29-06-2012 08:01 -

E´ ormai ufficiale, manca davvero poco per poterlo affermare.
IL Salerno Calcio, dal duo Lotito-Mezzaroma etichettato come entita´ calcistica indipendente dalla societa´ Lazio, ogni giorno che passa mostra di vivere di luce riflessa della societa´ capitolina.
E se tre indizi fanno una prova, quella inconfutabile della posizione di succursale del Salerno al sodalizio bianco celeste e´ dettata da dati di fatto:la scelta del tecnico, esclusivamente ridotta all´organigramma degli allenatori che gravitano nell´orbita romana(Inzaghi Junior sembra ad un passo dalla societa´ blaugrana)
Ed ancora, il via vai di giocatori in blocco fatti trasferire da Formello al Volpe(ancora in attesa che la societa´ faccia la sua parte per completare i lavori di restyling) per finire con l´assoluto immobilismo in materia di beni immaterialitanto a cuore al popolo di fede granata.
Tutti questi indizi, in qualche modo l´assenza sul territorio di una societa´ ectoplasmatica, la direzione generale di competenza dell´ufficio centrale di Roma, cozzano con le capacita´ di una piazza come Salerno di vivere di propria luce, senza dover attendere "l´elemosina" da parte di societa´ piu´ quotate.
Salerno, gli sportivi salernitani hanno da sempre, magari in serie inferiori, ma talvolta anche in campionati di massima serie, manifestato di avere competenza e passione idonee a poter vedere e parlare di calcio, senza che sia imboccata da taluni personaggi colonizzatori.
Se questo e´ il messaggio fatto passare da Lotito, tale societa´ al momento ignorata dalla stragrande maggioranza del pubblico salernitano, rischia seriamente di costituire un´entita´ astratta ed avulsa dal contesto salernitano.
Indipendentemente dalle scelte tecniche, non condivisibili, avendo il Salerno persone in loco in grado di ricoprire incarichi ed effettuare scelte importanti per l´allestimento di squadre competitive(pagni docet), la superficialita´ nell´affrontare la vicenda marchio e denominazione, che ha visto il Sindaco di Salerno, in prima persona compiere atto di riavvedimento, risulta essere un fardello insostenibile.
Con questi chiari di luna, e´ giusto che il popolo granata, indipendentemente dal Salerno, si riappropri personalmente, direttamente della storia, acquistando i beni immateriali dall´Energy Power:la fede e´ un bene incommensurabile per chi come Salerno non e´ e non puo´ essere ostaggio di presidenti a 200 km di distanza.

Fonte: ENNIO CARABELLI, VOCESPORT.IT