OLIMPIADI ROMA 1960, ECCO UNA FOTO STORICA DI "CICCIO O´ LUONG" CON LA FIACCOLA OLIMPICA VERSO ROMA 1960.

28-09-2012 07:43 -

Ha riscosso molto successo, e motivo di discussione, l´articolo che, PAESTUMINRETE.NET, ha pubblicato sui tedofori che ebbero la fortuna nel 1960, di portare per le strade di PAESTUM, la "fiamma olimpica".Abbiamo scovato una foto dall´archivio fotografico di, ERNESTO APICELLA, che ritrae, FRANCESCO VOZA, in arte "CICCIO O´ LUONGO", professore di educazione fisica, mentre passa davanti ai maestosi templi di PAESTUM, con in mano la fiaccola olimpica diretta verso ROMA 1960.


ECCO LA STORIA DELLA FIACCOLA OLIMPICA A PAESTUM, DIRETTA A ROMA 1960
.
Da Siracusa, dove sbarcò, si alternarono oltre mille tedofori che la portarono sulle strade dell´antica Magna Graecia traboccanti di italiani in festa. Lunedì 22 Agosto alle 21.30 la Fiaccola Olimpica, portata dall´agropolese Mario Pisciottano, fece il suo ingresso nell´area archeologica di Paestum. Il tripode, collocato davanti al tempio di Nettuno, con il "Sacro Fuoco d´Olimpia", fu vegliato per l´intera notte dai tedofori e ammirato da centinaia di persone.
Tra i migliori atleti salernitani furono scelti 130 tedofori. Tra questi gli agropolesi Angelo Capo, Francesco Carola, Federico D´Aniello, Gianfranco D´Apuleio, Pietro Iorio, Eugenio Lopardi, Gerardo Monzillo, Carlo Nigro, Mario Pisciottano, Giuseppe Voso e Giuseppe Verta.
La mattina successiva, 23 Agosto, la Fiaccola Olimpica ripartì alla volta di Roma portata dal pestano Francesco Voza. Da tedoforo a tedoforo giunse a Roma il 24 agosto. Il 25 agosto alle 17.30, nello stadio Olimpico, fu acceso il tripode olimpico ed ebbero ufficialmente inizio i giochi Olimpici 1960. Le Olimpiadi di Roma videro il successo sportivo ed organizzativo dell´Italia. Agropoli, Paestum ed il Cilento diedero con grande orgoglio e dignità il loro contributo. Complimenti Ragazzi!

Fonte: PIETRO SABIA