Serie D: Top&Flop della 16^ giornata: Pollice in su per Acr Messina e Acireale, delusioni Nissa e Noto

20-12-2012 10:47 -

La 16^ giornata di serie D ha regalato parecchi spunti per l´odierna classifica Top&Flop.

TOP

1° ACR MESSINA e CORONA: Torna a sorridere l´Acr Messina, dopo la débâcle di Cosenza della settimana scorsa, in una partita molto più dura delle aspettative. I giallorossi con i tre punti tengono unghie e denti ben stretti sulla prima posizione insieme al Cosenza. Mattatore dell´incontro, tanto per cambiare direbbe qualcuno, "Re Giorgio" Corona autore di una grande prestazione oltre che del gol decisivo. Rete bellissima tra l´altro, mix perfetto di coordinazione e rapacità, mancino al volo appena dentro l´area che batte un Ferla fino a quel momento migliore in campo. Domenica prossima, ultima dell´anno solare, i peloritani faranno visita ad una Nissa in crisi ma mai doma...

2° ACIREALE: Una squadra che pareggia, tra l´altro contro una Pro Cavese imbottita di Juniores, nella classifica dei Top? Beh sì, perché l´attaccamento alla maglia e lo spirito di sacrificio di mister Marra e dei suoi ragazzi non è stato indifferente. Settimana da dimenticare quella dei granata, con lo spettro del fallimento dietro l´angolo e con i calciatori che non hanno idea di quale sarà il proprio futuro. Tuttavia capitan Patti e compagni hanno strappato un punto sul comunque ostico campo di Cava, che non serve tantissimo ma muove la classifica e soprattutto fa morale. Nella speranza, soprattutto dei tifosi acesi ma anche di tutti gli sportivi siciliani, che la situazione possa rientrare presto nella normalità...

3° GELBISON e COMPR. MONTALTO: Le due compagini, rispettivamente terza e quarta forza del girone, quasi in sordina stanno facendo un campionato super. I campani, con bomber Senè sugli scudi, hanno vinto cinque delle ultime sette gare e sono a -1 dalla prima posizione. La squadra di Erra gioca senza particolari pressioni, con l´unico obiettivo della salvezza, ma continuando così diventeranno un osso più che duro per Cosenza e Messina. Dulcis in fundo, la Gelbison ha battuto entrambe. Discorso diverso per il Comprensorio Montalto Uffugo, squadra affetta da "pareggite" (ben 8 , cioè il 50%) ma allo stesso tempo è la compagine che ha perso meno (una sola sconfitta in tutto l´anno) e con la miglior difesa, appena 10 reti subite proprio insieme alla Gelbison.

FLOP

1° DIRIGENZA NISSA: Che peccato e che spreco. L´entusiasmo di poco più di un mese fa, quando Prospero Santo nuovo presidente annunciava grandi acquisti e grandi obiettivi per il futuro, è svanito in un lampo come una bolla di sapone. La squadra di inizio stagione, a parte pochissimi superstiti, ormai non esiste più; i biancoscudati non sono ultimi solo grazie alla penalizzazione del Noto; i tifosi si sono disamorati della squadra e chiedono un cambiamento sostanziale; la società potrebbe finire al Comune e giocare da comparsa quest´ultima parte di stagione nella speranza di ripartire il prossimo anno dall´Eccellenza. Ciliegina di una torta acidissima? L´addio di Totò Avola, capitano di mille battaglie con quasi 12 anni di biancoscudato cucito sulla pelle...

2° NOTO: Nonostante la rivoluzione tecnica ordinata e compiuta dal patron Musso, tanti i nuovi volti visti sabato a disposizione di mister Betta, ennesima sconfitta per il Noto e ultima posizione confermata. Tuttavia, qualora contro il Sambiase fosse finita in pareggio, nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo per la buona prestazione dei granata. Le prossime due gare, a cavallo tra 2012 e 2013, saranno importanti e forse anche vitali. Entrambe in casa, contro Pro Cavese e Licata, poi di fila arriveranno Acr Messina e Cosenza...

3° RIBERA: Con Totò Brucculeri ancora una volta in tribuna, per la squalifica dopo l´espulsione subita due giornate fa contro il Palazzolo, il Ribera perde la seconda gara di fila esterna ma mantiene una posizione più che dignitosa in graduatoria. La gara dei biancazzurri è stata condizionata dall´espulsione di bomber Cortese, arrivata ad inizio ripresa, che salterà quindi il match di domenica prossima contro la Gelbison...

Fonte: goal sicilia