LO SPORT TRADOTTO NELL´UMILTA´ DI "CAVALLO PAZZO" GRIMAUDO

30-10-2011 18:20 -

Ad oggi purtroppo Paestum in...rete si fa trovare impreparata e scivola sulla cd. "buccia di banana" che ogni tanto può rendere difficoltoso il percorso a chi, inconsapevolmente, ne calpesta l´ingannevole involucro. Purtroppo le immagini relative alle interviste post partita di Cafasso-S. Tecla non saranno caricate su questo sito perchè l´operatore che ne assume la consueta titolarità si accinge, fra poche ore, ad "imbarcarsi" (se posso usare questo termine non propriamente conforme) su un aereo diretto a Monaco di Baviera per sostenere la sua squadra del cuore nel match che la vedrà opporsi al Bayern nel teatro dell´Allianz Arena mercoledì sera. Ciò detto, era doverosa questa premessa, per poter rendere chiaro il messaggio che questo mio articolo veicola...ho intervistato in quell´occasione prima RAFA CANTIELLO, grande e carismatico allenatore del Cafasso 2006 e poi CLAUDIO GRIMAUDO che i tifosi salernitani ricordano con il nomignolo di "Cavallo pazzo" e che tanto ha fatto gioire i 40.000 dell´Arechi. E´ la prima volta in vita mia (o meglio la seconda perchè una simile impressione capita di averla con Angelo Alessio, anche se è differente trattandosi di un concittadino) che ho la netta sensazione di avere a che fare con un vero Campione dello sport...uno di quelli che mette la propria esperienza al servizio degli altri e non, come la maggior parte degli ex è solita fare, uno di quelli che millanta i suoi trascorsi e si fregia negli spogliatoi di squadre a cui neppure interessa una simile autocelebrazione. Prendetelo ad esempio, ragazzi tutti...questo è IL CALCIO...altro che sentirsi arrivati perchè si milita in una prima categoria, in una promozione o in un´Eccellenza...Grimaudo mi ha chiesto di dargli del tu e ha accettato di buon grado l´intervista senza mai dare impressione di disagio o fastidio...e anzi sembrandone entusiasta. Pseudo calciatori che tanto credete di essere chissà chi...CLAUDIO GRIMAUDO ha collezionato 122 presenze in serie B e non ha sulle labbra quella frase da voi tanto comunemente usata quando vi confrontate con avversari sui campi di calcio...: "DOVE HAI GIOCATO MAI?".....Imparare ad essere interpreti assoluti e campioni in uno sport significa anche saperne esaltare i valori più nobili e Claudio Grimaudo è l´esempio di come si debba vivere il CALCIO.

Fonte: Gaetano Fasolino